Road to PHASE | Sexual Range 14 Apr. ’18: GUESTMIX#36 by Katatonic Silentio

 

Lo scorso Marzo vi avevamo presentato il concept di PHASE, serata talk + night organizzata all’interno degli spazi culturali indipendenti  Sala Campolmi (Nuova Piazza Landini), Lottozero / textile laboratories e Spazio Materia di Via Genova 17, Prato, accompagnando un GUESTMIX firmato da uno dei protagonisti sia della fase di dibattito in apertura che del vero e proprio evento musicale. I due momenti, strettamente connessi tra di loro, sono pensati per offrire un momento stimolante di riflessione sia per mezzo del dialogo che per mezzo degli stimoli sensoriali di diversa natura associabili all’esperienza di una pista da ballo (musica ad alto volume, luci pulsanti, ed in questo particolare caso una cura sbalorditiva per l’allestimento).

PHASE conclude la propria stagione invernale questo Sabato 14 Aprile, proponendo una rassegna a tema “Sexual Range” alla quale prenderanno parte esponenti di rilievo in merito a tematiche queer, no gender, gender inequality, xenofemminismo, auto-determinazione di sesso e molto altro ancora. Siamo lieti di presentare oggi GUESTMIX#36 registrato da Katatonic Silentio in vista, per l’appunto, di PHASE : TALK + NIGHT (3rd date); la producer / dj di base a Milano, con all’attivo una recente uscita sulla fiorentina Biodiversità Records, una numerosa serie di interventi installativi e di sound art e una validissima collezione di mixtapes caricati sul proprio canale sc, si autodefinisce un* restless introverted moonchild solit* esprimersi attraverso sonorità sanguinolente, atmosfere psichedeliche, ritmi sincopati e scenari ripetitivi in cui si innestano complesse figure di rumore altamente risonanti. GUESTMIX#36, ascoltabile direttamente dal player qui sotto, copre oltre 80 minuti di materiale di questo tipo ed è caldamente consigliato sia in vista dell’evento di Sabato che, molto banalmente, per soddisfare il vostro quotidiano bisogno di guerriglia sonica. Buon ascolto!

 

 

Tra le espressioni musicali e culturali che spingono ed alimentano Katatonic Silentio troviamo appunto la sound art e l’artivismo in generale, nonchè il cyberfemminismo e la queer culture di più ampio spettro. E’ proprio attorno a questo background e tematiche annesse che ruota la programmazione del terzo episodio di PHASE, anch’esso diviso in fase di TALK e NIGHT, rispettivamente ad ingresso libero (a partire dalle 18 presso Lottozero / textile laboratories in Via Arno 10, seguito dalle 20 in poi da aperitivo e djset di DHL) e con contributo di 10€ per tesserati Ass. Cult. Materia (dalle 23 fino all’alba). I dj / producer, docenti e attivisti coinvolti in quest’occasione dedicata al tema delle identità di genere, non per forza coincidente con l’identità sessuale, sono (in ordine sparso): il progetto xenofemminista e no-gender Serena Butler, da noi già presentato in questa intervista di inizio 2017, già fondatore dell’etichetta Bene Tleilax (il cui nome, alla stregua del moniker, è ispirato all’universo Dune creato da Frank Herbert), e che presenterà in esclusiva il suo nuovo live set; Antonio Barletta, un artista le cui opere spaziano dalla bidimensionalità alle installazioni tangibili e fruibili, passando dalla pittura, dal bassorilievo, e dalla scultura tradizionale; Barbara Caponi, presidente della comunità queer autogestita di Firenze chiamata IREOS; Irene Cassarini aka Guenter Råler, femminista intersezionale, composer e sound designer; Ghazal, co-fondatrice assieme a Dinamarca del collettivo / etichetta discografica indipendente STAYCORE (Computer contro il patriarcato); ed, infine, VIBRISSE.

PHASE chiude questo weekend la stagione invernale con un party che si preannuncia veramente interessante e al quale vi consigliamo vivamente di partecipare per una serie molto lunga di motivi, sia legati all’esperienza stimolante del dibattito in tarda serata che alle diverse ore di indomabile musica assordante che investiranno la città di Prato, sorrette dal quell’inesauribile motore di spinta all’accrescimento personale, culturale, sociale, comunitario che è la diversità nella sua più ampia accezione possibile – in questo caso, sessuale. See you there! Support PHASE!

 

mm

A. and C. have been living in Turin, Italy since late 2015. The former is pursuing his PhD in Telecommunications Engineering and considers Guy Picciotto being the repository of happiness in life, the latter is currently studying sculpture at Accademia di Belle Arti where she messes around with materials and fantasizes about turning into a bunny.

mm

Andrea Migliorati e Cristina Ruggieri

A. and C. have been living in Turin, Italy since late 2015. The former is pursuing his PhD in Telecommunications Engineering and considers Guy Picciotto being the repository of happiness in life, the latter is currently studying sculpture at Accademia di Belle Arti where she messes around with materials and fantasizes about turning into a bunny.