GUESTMIX#11: Methackus – Destroy the Authority (Special XMAS XTC Mix)

PUSH PLAY THEN PROCEED

 

BR: “Ueh pronto”
Redattore: “Eh..”
BR: “Dì a quel demente controrivoluzionario che se ne sta al microfono che non si azzardi più a dare adito e spazio alla rivendicazione falsa di Genova, della nostra colonna Francesco Berardi, perché altrimenti se ne assume ogni responsabilità. Ogni responsabilità, prima di tutto, di fronte alla nostra organizzazione. E’ chiaro che di fronte alle lotte che ci saranno in Settembre i padroni daranno una risposta. Sono anni che lo fanno e non lo avete mai capito. Comunque sia ben chiaro che la smetta di fare il bastardo al telefono, dio cane.”
Redattore: “Scusa non ho capito chi parla. Chi siete?”
BR: “Brigate Rosse, colonna Walter Alasia.””
Redattore: “Ma perché…scusa è stata fatta una telefonata a Genova o no?”
BR: “Senti un po’, tu sai benissimo che per un pirla mettersi al telefono ci vuole poco. Però, porco giuda, voi ci state da ‘na vita a sentir la politica, no, dio cane, da quando in qua noi facciamo bastardate di questo tipo, al di fuori di ogni concezione politica o no…”

Il 2 agosto 1980 alle 10:25, nella sala d’aspetto della stazione di Bologna, affollata di turisti e di viaggiatori in partenza – o di ritorno – per le vacanze, un ordigno a tempo inserito in una valigia abbandonata venne fatto esplodere causando il crollo dell’ala Ovest dell’edificio. L’esplosivo, di fabbricazione militare (23 kg totali, composti da 5 kg della miscela tritolo – T4 detta ‘Compound B’ e 18 kg di nitroglicerina), era sistemato a circa 50 centimetri d’altezza su un tavolino portabagagli, allo scopo di aumentarne l’effetto. L’onda d’urto, insieme ai detriti provocati dallo scoppio, distrusse circa 30 metri di pensilina ed il parcheggio dei taxi di fronte all’edificio. L’esplosione causò 85 morti e oltre 200 tra feriti e mutilati. A poche ore dalla strage, la colonna milanese delle Brigate Rosse ‘Walter Alasia’ telefonò in diretta a Radio Popolare per smentire la falsa rivendicazione, fatta nelle ore precedenti, a nome della Brigata Francesco Berardi di Genova. La smentita venne ritenuta attendibile da tutte le forze di polizia, complice il tono estremamente perentorio del militante nei confronti della redazione di Radio Popolare, rimproverata per aver accreditato con ingiustificata superficialità la rivendicazione telefonica fasulla giunta precedentemente. Valerio Fioravanti e Francesca Mambro, neofascisti appartenenti ai NAR, furono riconosciuti definitivamente colpevoli assieme a Luigi Ciavardini (fonte: insorgenze.net, wikipedia.org).


GUESTMIX#11: Methackus – Destroy the Autority (Special XMAS XTC Mix)
[SC / FB / Mixcloud]
Artwork di Francesco Goats
download full resolution

E’ con l’audio di questa telefonata, facilmente reperibile su YouTube, che si apre il nostro undicesimo GUESTMIX, firmato dal ventenne artista brianzolo Methackus, il quale arriva come regalo di Natale da parte nostra accompagnato da una fantastica artwork di Francesco Goats – disponibile in full resolution qui. Nato nel 1996, Methackus, sin da tenera età, si è avvicinato alla musica grazie al punk e generi affini. Marzo 2014 segna l’inizio del suo impegno reale nella scena elettronica della Brianza, quando assieme ad un amico VJ (Filippo) fonda l’organizzazione 2ND Ground, focalizzata sull’obiettivo quanto mai ambizioso di riuscire a proporre sul territorio una valida alternativa al club commerciale, e di cui è anche resident dj. Evolvendo le proprie attività a partire da serate private e ritrovi in scantinati, 2ND Ground raggiunge la prima pietra miliare della sua giovane storia con Techno Kultur 1.0, festival di musica elettronica e arti digitali tenutosi a Maggio 2015 al FOA Boccaccio a Monza. La seconda edizione di Techno Kultur, riproposta lo scorso Maggio, ha ospitato, tra gli altri, artisti del calibro di Everest Magma, A034, e D. Carbone.


Methackus
è assiduamente impegnato anche con la crew Occult Punk Gang, delle cui grafiche si occupa lo stesso Francesco Goats – segno di come Monza offra una comunità artistica giovanile coesa, attiva attraverso la musica ed occasioni aggregative di vario tipo e desiderosa di scuotere via dal territorio il torpore culturale della periferia italiana media. Ed è proprio a partire dal punk che Methackus, come del resto gran parte di produttori / dj hanno fatto, inizia ad appassionarsi alla musica ed all’intrinseca – a volte violenta – capacità del suono di veicolare un messaggio. Come è immediatamente evidente nel mixato, per altro della durata di quasi di oltre 78 minuti, l’attenzione di Methackus è indirizzata alla potenza espressiva e la continuità di ritmo, ovvero a qualcosa a cui, molto sommariamente ma altrettanto efficacemente, ci si può riferire come HARDCORE.

GUESTMIX#11 è il regalo perfetto per una tediosa, opulenta giornata di Natale passato in famiglia, sia in termini di contenuto (necessità digestive da espletare) che per la valenza artistica, essendo Destroy the Authority (Special XMAS XTC Mix) la summa completa di tutte le influenze coesistenti nella personalità musicale e non di Methackus: di qui l’ampia durata della selezione, l’inserimento sia di produzioni dei più avventurosi artisti contemporanei (Sote, Russell Haswell, J-Zbel) sia di heavy tunes dub (Loefah, Krinjah),  i riferimenti ad avvenimenti chiave della cultura antifascista Italiana, e la chiusura puramente estatica (o, meglio, XTC-atica) realizzata tramite tracce dal catalogo acid-hardcore/gabba di Industrial Strength ed altre label HC leggendarie.

Qui di seguito trovate la tracklist completa; rinnoviamo l’invito all’ascolto e alla diffusione di questo fantastico podcast, oltre al supporto nei confronti di 2ND Ground, Methackus, lo spazio occupato FOA Boccaccio, Circular e chiunque contribuisca alla riattribuzione di valenza sociale e di divertimento ad eventi e generi musicali monopolizzati da logiche commerciali. Merry (Special) XMAS (XTC Mix).

Trailer dell’ultimo evento 2ND Ground dello scorso 31/10


TRACKLIST


  1. Phone Call to Radio Popolare from BR
  2. Vessel – Febrile [Tri Angle / 2014]
  3. Gesloten Cirkel – Zombiemaschine Acid [Murder Capital – M-X / 2014]
  4. Boris Noiz – Omniforma [Yellow Machines / 2012]
  5. Loefah – Twisup (Youngsta & Task VIP Mix) [DMZ / 2005]
  6. Container – Insulation [Diagonal / 2016]
  7. Mumdance & Logos – Legion (VIPinch Mix) [Tectonic / 2015]
  8. Automatic Sound Unlimited – Tu*4*Bx [Hot Trax / 1993]
  9. Russell Haswell – Hardwax Flashback (Powell ‘Cov Megamix’) [Diagonal / 2015]
  10. Datasmok – Untitled (A3) [Panzerkreuz Records / 2014]
  11. JK Flesh – Nothing Is Free [Downwards / 2016]
  12. NPLGNN – Ravers Are Still Living [OKNO / 2015]
  13. SOTE – Neuroenhancer [REPITCH / 2016]
  14. Beuns (Heretik) – Warp Zone [MST09 / 2002]
  15. Circuit Breaker – Track-K [Probe Records / 1992]
  16. J-Zbel – Lauren Misogyn [BFDM / 2016]
  17. Phone call to 911 from Columbine High School
  18. Cage Suburbia – Marseille [Haunter Records / 2014]
  19. Laura Grabb – The Glacier’s Plastic Flow [Perce-Oreille / 2001]
  20. Squarepusher – Acid Tape Track [Warp Records / 1999]
  21. Krinjah – Bam Bam (Remix) [Hand Grenade / 2001]
  22. Kovert – Murderous Style [Damage / 2002]
  23. DJ Mike Ski – Old Dirty Beats (DJ Bonehead A.K.A. The Infamous Frank Of Coney Island Special Remix) [Shaolin Soundworks / 1995]
  24. HCM – Ready To Attack [Industrial Strenght Europe / 2001]
  25. Dj Scud Is Rude Boy – Are You Down (With The Underground?) [kool.POP / 1998]

mm

Born in Brescia, Italy in 1989, after his Master Degree in Engineering for Comm. Technologies & Multimedia he moved to Turin where he currently lives and pursues his PhD. Among his interests: new technologies, music as unbiased form of social/cultural expression, Guy Picciotto.

mm

Andrea Migliorati

Born in Brescia, Italy in 1989, after his Master Degree in Engineering for Comm. Technologies & Multimedia he moved to Turin where he currently lives and pursues his PhD. Among his interests: new technologies, music as unbiased form of social/cultural expression, Guy Picciotto.