Filtro – Riflesso [Upside Down Recordings] + Full Album Stream

/soundcloud.com/angelo-bignamini/sets/filtro-riflesso/s-zM2ll

 

Siamo lieti di ospitare oggi il full stream del disco Riflesso, ad opera del duo Filtro, in uscita sull’etichetta romana Upside Down Recordings con il proprio lavoro di debutto. Angelo Bignamini [Billy Torello, The Great Saunites, Lucifer Big Band] ai nastri e Luca de Biasi [Playground, Satantango, Vhd Vhd], ai synth modulari e nastri, partendo dall’atto di improvvisazione svincolata da qualsivoglia costrizione, si esprimono in quattro tracce per una durata totale di poco più di 27 minuti, attraversando strutture ritmiche instabili e alle volte aggressive, registrate con strumenti strettamente analogici e focalizzate sulla definizione di composizioni elettroacustiche altamente variabili e quasi prossime al collasso. Il disco, registrato e mixato direttamente su nastro per mezzo di un Tascam 424, sarà disponibile Domenica 12 Marzo in preorder direttamente dal portale bandcamp dell’etichetta. L’album è interamente ascoltabile dal player Soundcloud in testa all’articolo. L’esperienza è caldamente raccomandata.

Upside Down Recordings: Website / Soundcloud / Bandcamp

Come riportato nella press release, nella grammatica di Riflesso si articolano nastri magnetici, sintetizzatori ed improvvisazione, manipolati in modo da tessere una trama elettroacustica a maglie multiformi in cui “spigoli e curve, frammenti sonori ricalibrati e cesellati rinascono e si ri-contestualizzano sotto forma di pattern“. La traccia eponima Riflesso (divisa in due parti, la prima introduttiva e la seconda conclusiva), Perno e Statore sono collezioni di sketch che partono dalla tradizione del cut up e della musica concreta e ne ri-attualizzano i principi chiave in un formato fruibile, quasi narrativo, nel flusso del quale l’ascoltatore viene coinvolto tramite sostenute ripetizioni ritmiche e variazioni improvvise.

Riflesso part 1, occupante pressapoco nove minuti, è l’episodio di apertura del lavoro, nel quale agiscono da protagonista le basse frequenze organizzate in coaguli di pulsazioni ritmiche e a cui si uniscono diversi layer di scricchiolii lo fi, toni di synth e suoni concreti. In Riflesso part 2, più che concretizzarsi l’ipotetica ripresa del tema iniziale, si verifica la temporalesca (in senso letterale) conclusione del disco, giocata sul contrasto tra roboanti echi di rumore, acqua ribollente e sinistre melodie synth provenienti da una music box dimenticata in una soffitta polverosa. Nel mezzo delle due parti si trovano Perno e Statore: la prima è una rassegna di feedback rumorosi, fischi spettrali, appigli ritmici estemporanei, suoni di oggetti manipolati e layer sotterrati di voci dialoganti; la seconda, il cui titolo evoca, per definizione, l’organo fisso di una macchina elettrica rotante, si dilata addirittura oltre i 9 minuti della opening track arrivando quasi ai dieci, estremizzandone i punti salienti, offrendone una versione ancora più violenta – ed arrivando a rappresentare, a nostro giudizio, la composizione chiave dell’intero album. Riflesso è un valido ed interessantissimo lavoro di debutto che consigliamo con vigore in virtù della propria immediatezza e contemporanea ricchezza di suoni stratificati e dinamiche immediate. Support Filtro and Upside Down Recordings. Enjoy!

Extra: Upside Down Recordings darà alla luce Domenica 12 Marzo anche la tape dei Nastro, duo romano composto da Manuel Cascone e Franceco Petricca, intitolata gASTRO, ed ospitante il racconto di un viaggio in un sistema digerente umano riproposto attraverso registrazioni fatte su un quattro piste. Da non perdere! [via].

sequenze ripetute
sequenze ripetute in parte
sequenze non ripetute
il suono è fluido
frammenti si inseriscono, si spostano, spariscono
la percezione si allarga col passare dei minuti